Contattologiamedica


 

 

LENTE A CONTATTO BIONICA

 

 

La University of Washington ha realizzato delle lenti a contatto degne delle più futuristiche fantasie. In queste lenti è inserito in micro circuito stampato con la capacità di emettere luce.
Questo genere di tecnologia apre la porta a molte applicazioni possibili, comprese HUD (Head-                                                                                                                             Up display)e display  immersivi.    

I ricercatori dell’Università di Washington, grazie ad un finanziamento della National Science Foundation, hanno messo a punto una lente a contatto bionica composta da componenti elettronici miniaturizzati a livello di nanometri. I primi esperimenti sono stati fatti su cavie da laboratorio e, a detta dei ricercatori, la lente sarà presto in grado di mostrare all’occhio diversi pixel in grado di fornire informazioni visivie all’utilizzatore. Il dispositivo è stato provato su dei conigli con un tempo massimo di utilizzo della lente pari a 20 minuti, i primi risultati sembrano non manifestare particolari effetti collaterali



Utilizzando uno strumento familiare come una lente a contatto, gli ingegneri dell'Università di Washington hanno per la prima volta utilizzato tecniche di produzione al microscopio per combinare una lente morbida flessibile e biologicamente sicura, con un circuito stampato.

Una vista virtuale dai molti usi.
Un pilota potrebbe vedere la velocità di un veicolo proiettata sul parabrezza, gli amanti dei videogames potrebbero immergersi totalmente nel mondo virtuale di gioco senza limitare la loro capacità di movimento (come avviene con i caschi immersivi - HUD). E chi è in viaggio (preferibilmente non al volante!) potrebbe navigare sul Web su uno schermo a mezz'aria che solo l'interessato è in grado di vedere.

Bypassando un bulbo con un ricevitore impiantato in posizione strategica sulle vie ottiche e/o cerebrali si potrebbe aprire uno scenario di stimolazione visiva!


Ma al di là delle possibili applicazioni, sicuramente più numerose di quelle citate, lo scopo dei ricercatori è mettere a punto la tecnologia di base e dimostrare che funziona perfettamente e in tutta sicurezza.

Una prima sperimentazione è già stata fatta su un gruppo di conigli che, dopo 20 minuti di utilizzo, non hanno evidenziato effetti negativi. Idealmente, mettere e togliere il proprio “occhio bionico” dovrebbe diventare semplice esattamente come inserire o rimuovere una lente a contatto qualsiasi, e senza registrare alcun tipo di fastidio o affaticamento per il suo utilizzo.

 

Lenti a Contatto

le_basi_eye-contattoOggigiorno esiste un’ampia offerta di lenti a contatto in grado di soddisfare tutte le nostre esigenze sia in termini di salute che di comodità e anche moda e divertimento. Se state pensando di cominciare a usare le lenti a contatto qui trovate molte risorse che vi saranno utili.